lunedì 19 agosto 2013

Altri frammenti di Salentini

 E sono frammenti coloratissimi, tra grotte sotteranee degne di Jules Verne, i mosaici e le madonnine di "Vincent" , i bagni notturni in compagnia di piccole lucciole marine ( in pratica plancton bioluminescente) , ma anche il punto estremo della Terra in un giorno caldissimo con  l'Albania che è una sfumatura grigia in lontananza, e l'immancabile appuntamento estivo con Vinicio Capossela, che con la Banda della Posta ci ha fatto ballare tutti  ( nonostante la piazza di Ceglie Messapica fosse gremita ) da dentro la tradizionale cassa armonica piena di lucine che sembrava una bomboniera! 



....e adesso i giorni si accorciano. Il mio appuntamento con l'autobus selvatico che mi riporterà in Calabria si avvicina,e i miei vestiti sono ancora sparsi ovunque.
Però prima di riordinare le mie cose, i disegni, e il timo raccolto sulla spiaggia, prima di spedire cartoline in Sicilia e Finlandia, insomma prima di partire, ci sono ancora un paio di cose da vedere....



Come ad esempio Otranto con la sua cattedrale e il castello, una città simile a una perla incastonata sul mare,  o i colori incredibili della ex-cava  di bauxite poco lontana: 




Ecco bene. Dopo aver visto anche questo posso prendere l'autobus dal nome beneaugurante
 -Scoppio-  e tornare in Calabria.
La signora che mi fa il biglietto chiede: " corridoio o finestrino?"
......non facciamo domande sciocche.....

sabato 10 agosto 2013

Dalla Puglia



Nel frattempo mi sono trasferita ad Oria, alle porte del Salento.
Il luogo di origine della famiglia materna di Ste.
Qui ci sono luoghi che conosco già e che mi sono cari ( come ad esempio il fonte Pliniano di Manduria e Alberobello ) e altri luoghi che scoprirò con piacere.
Inoltre in questi giorni è iniziato anche il palio dei Rioni di Oria!