martedì 27 dicembre 2011

Rien Poortvliet, l' illustratore degli gnomi


Come figlio di uno stuccatore di Schiedam la carriera artistica non era prevista per Rien Poortvliet. I suoi genitori erano austeri protestanti e non gradirono l'idea che il loro figlio maggiore volesse frequentare l'accademia di belle arti.Il talento artistico di Rien si menifestò assai presto. Dopo la scuola trovò lavoro in una agenzia pubblicitaria, dove le sue doti singolari si svilupparono. Il suo indiscutibile talento lo portò, dopo aver svolto il servizio militare in marina, a scalare l'ufficio pubblicitario della Unilever fino al livello senior-manager.

Nel frattempo Rien si dedicava con passione ad attività editoriali collaterali. Illustrò libri scritti, tra gli altri, da Jaap ter Haar, Leonard Roggeveen e Godfried Bomans. Fu un appassionato cacciatore e questo lo portò a dipingere soggetti naturalistici.

Alla fine degli anni '60 Rien decise di abbandonare il lavoro di pubblicitario per diventare illustratore a tempo pieno. All'inizio non aveva abbastanza lavoro e, per portare a casa la pagnotta, scrisse ed illustrò ad acquarello un libro attingendo alla sua esperienza di cacciatore.Rien Poortvliet descriveva sé stesso come narratore per immagini. I suoi disegni raccontavano tutta la storia, lui si limitava ad aggiungere, a volte, un cortissimo commento. Al grande pubblico piaquero i disegni di Rien Poortvliet e a lui faceva piacere trovarsi al centro dell'attenzione. Veniva anche bene in televisione con la sua barbetta a punta, i suoi pantaloni di velluto e le sue camicie a scacchi.


Rien Poortvliet si guadagnò fama internazionale grazie alla serie di libri sulla vita degli gnomi. Il cartone animato David gnomo, tratto dai suoi libri, fu un successo mondiale.
Il principe Bernardo d'Olanda dedicò a Poortvliet un museo, il Rien Poortvlietmuseum, che fu inaugurato nel 1992. Il museo si trova a Middelharnis, "fortunatamente ben lontano dal chiasso artistico di Amsterdam" disse lo stesso Poortvliet in una intervista. Il museo, però, chiuderà il 1º gennaio 2007 a causa della diminuzione dei visitatori e della conseguente mancanza di fondi.
Rien Poortvliet morì in Soest all'età di 63 anni per cancro alle ossa. Fu sposato con Corrie Bouman da cui ebbe due figli.

sabato 24 dicembre 2011

venerdì 23 dicembre 2011

Oggi vi presento qualcuno....


Nel mio mondo in bilico tra Mediterraneo e Baltico, ci sono persone speciali e un pò strane.
Persone adulte che parlano ancora con volpi e spiritelli della foresta.
Oggi vi presento un'abitante di questo mondo...
Le presentazioni di solito iniziano dal nome,ma in questo caso il nome è variabile almeno quanto il proprietario...lo chiamerò allora " Kalina-pertti Hiisilä " ovvero l'ultimo nome pervenutomi.
Se siete fortunati, lo troverete vagando nei boschi e nelle paludi,
e se la Finlandia è troppo lontana potreste trovarlo su Fb...ma non sempre!
Se avrete la fortuna di tale incontro, potrete fare un viaggio tramite foto e video:
Qui ancora intatti, troverete tutta la curiosità e lo spirito d'avventura di un bambino.
Troverete moltissime storie, troverete "Zio Sole" che sorride da una vecchia scatolina di latta piena di fiori gialli, ed una volpe parlante. Troverete l'ultimo fiore giallo del pianeta da annaffiare con cura. Troverete anche un appassionato di cinema d'altri tempi e atmosfera vintage. Troverete pure un'esploratore di luoghi abbandonati che sa trovare poesia làddove la maggior parte della gente vedrebbe ciarpame.
Spero di poter presto bere un buon caffè
(uscito dalla "Moka-Pot" come dice lui ) in sua compagnia,
e in compagnia di tutte le sue storie. Intanto ecco qualche immagine per fantasticare:








mercoledì 21 dicembre 2011

Mezz' Inverno

Grazie a "Moonlight and Hares" per queste meravigliose illustrazioni.
Questa è perfetta per il 21 Dicembre, e le figure mi sono stranamente familiari.... :)
Il sole è già sceso dietro le colline,la notte più lunga è iniziata.
Domani tornerà la luce e pian piano usciremo dal buio,
per aiutare il sole il fuoco non si dovrà spegnere fino all'alba.
Inizia il periodo dell'anno che amo di più....

martedì 20 dicembre 2011

Inverno Jonico



Vecchie finestre da cui si vedono nuvoloni in corsa,
dopo una notte di tuoni e vento ululante che scuote la vecchia casa.

Atmosfera antica, ricordi aquattati negli angoli.
Indosso una gonna di velluto e svariati strati...
mi fa sentire adeguata a questo tempo, alle sensazioni.
Penso a come dovesse essere vivere qui una volta, senza corrente elettrica...
Nel pomeriggio sono uscita di casa armata di guanti,sciarpa e macchina fotografica.
Io e la mia gonna di velluto abbiamo preso il sentiero che porta in cima alla montagna su cui si trova il paese.
Quando sono partita un poco di grandine si mischiava al sole, lungo la strada ho chiaccherato con le ghiandaie,respirato l'odore delle erbe, osservato tracce.
Ho scoperto che...in una gola crescono le piante di Verbasco più grandi che abbia mai visto, e ho trovato un grande cespuglio di salvia selvatica. Nel silenzio del bosco gli alberi dondolano e scricchiolano nel vento,con un rumore simile a quelle delle assi di una vecchia nave.
In pianura mi manca camminare solitaria nei boschi con le orecchie tese e il gusto della scoperta.

Quello stato d'animo esplorativo e avventuroso in cui i piccoli sono specialisti.
Una volta tornata a casa è bello scoprire il calore della stufa, mettere su l'acqua per una tisana
( o per un decotto da preparare con le erbe appena raccolte) e poi aggiustare le foto o scrivere un pò. Anche questo è tornare ad Armo, e d'inverno ha tutto un altro fascino...






lunedì 19 dicembre 2011

Casetta con vista....


( La casetta del Nonno....)


Musica nella Foresta di pietra...ovvero il XXII Concerto di Natale nel Duomo di Milano


Avere una meravigliosa "suocera" violinista significa anche....
starsene sottobraccio al proprio ragazzo nel Duomo di Milano ad ascoltare Corelli e Vivaldi in una ventosa giornata di Dicembre, mentre le colonne di pietra immense come alberi vengono colorate dai disegni sulle grandi vetrate,e lo sguardo si perde tra le altissime navate, tra gli archi a sesto acuto e i disegni geometrici.
Starsene in mezzo a tutto questo,mentre (ne sono certa) tutti i Santi, i personaggi e i gargoyle dell'esterno stanno ad ascoltare.....






venerdì 16 dicembre 2011

Bergamo e la nebbia...





In una settimana "un pò movimentata" ecco che riusciamo a fare un giretto a Bergamo.
Tra treni,funicolari,atmosfera natalizia e una strana luce dorata prima del tramonto...





Il mondo in un pomeriggio









...Questo è solo un assaggio fotografico del tripudio di colori,profumi e rumori della Fiera!


lunedì 5 dicembre 2011

Aspettando la Fiera dell' Artigianato...


Ci sono stata l'anno scorso con Ste ed è stato interessante:La bellezza di 11o paesi del Mondo che riempono ben 9 padiglioni del nuovo polo fieristico di Rho!
Sul sito dell'evento ci sono tutte le informazioni che servono, e c'è pure il calendario degli eventi ..infatti mi sono divertita a sbirciare e ho già fatto una micro-lista:
1) Degustazione tisane e succhi allo stand del Piemonte 2) Musica tirolese per il diletto di Ste
3) dimostrazione di lavori in legno e danze tradizionali allo stand dell'Ungheria 4) l'immancabile monaco tibetano che crea un Mandala,felicemente osservato e fotografato l'anno scorso 5) un corso di tarantella allo stand della Calabria... ECC....



Giovedì Ste viene a prendermi, passiamo una settimana insieme (Sabato ci aspetta la fiera)
e poi raggiungerò i miei genitori in Calabria...infatti devo ancora fare 2 valigie:
Una grossa da lasciare a loro ed una più "essenziale" per il volo.
In 26 anni ( quasi 27) ecco la primissima volta che raggiungo la Calabria in aereo.
Di certo mi sembrerà stranissimo metterci circa un'ora di tempo!

Inserisci link

Giocando con la luna...


domenica 4 dicembre 2011

Festeggiamenti e carta da origami

Ecco i gemelli ( e come ogni anno Leon! ) che soffiano le candeline...


Ed ecco come parte del mio regalo di compleanno per Ste
( 500 fogli colorati da origami, più 50 a fantasia e altri 50 iridescenti )
viene prontamente trasformato in meraviglia....



martedì 29 novembre 2011

Che giornata!

Sabato è stata una giornata allegra ed emozionante
che si può riassumere in 2 collage:



... Ed ecco i ringraziamenti: