lunedì 19 agosto 2013

Altri frammenti di Salentini

 E sono frammenti coloratissimi, tra grotte sotteranee degne di Jules Verne, i mosaici e le madonnine di "Vincent" , i bagni notturni in compagnia di piccole lucciole marine ( in pratica plancton bioluminescente) , ma anche il punto estremo della Terra in un giorno caldissimo con  l'Albania che è una sfumatura grigia in lontananza, e l'immancabile appuntamento estivo con Vinicio Capossela, che con la Banda della Posta ci ha fatto ballare tutti  ( nonostante la piazza di Ceglie Messapica fosse gremita ) da dentro la tradizionale cassa armonica piena di lucine che sembrava una bomboniera! 



....e adesso i giorni si accorciano. Il mio appuntamento con l'autobus selvatico che mi riporterà in Calabria si avvicina,e i miei vestiti sono ancora sparsi ovunque.
Però prima di riordinare le mie cose, i disegni, e il timo raccolto sulla spiaggia, prima di spedire cartoline in Sicilia e Finlandia, insomma prima di partire, ci sono ancora un paio di cose da vedere....



Come ad esempio Otranto con la sua cattedrale e il castello, una città simile a una perla incastonata sul mare,  o i colori incredibili della ex-cava  di bauxite poco lontana: 




Ecco bene. Dopo aver visto anche questo posso prendere l'autobus dal nome beneaugurante
 -Scoppio-  e tornare in Calabria.
La signora che mi fa il biglietto chiede: " corridoio o finestrino?"
......non facciamo domande sciocche.....

Nessun commento:

Posta un commento