mercoledì 22 giugno 2011

Quando le sirene avevano le piume.......



....e cantavano.....
Prima o poi quella specie di nodo che ho in gola,dovrà sciogliersi.
Raramente mi sentirete cantare,di solito sto molto attenta,e canto quanto non c'è nessuno intorno. Mi piace da matti e se ci penso è naturale che sia così. Come per il tamburo.
La cosa migliore è quando non ci sono parole, o quanto meno non ci sono parole come siamo abituati ad intenderle di solito. Le parole,se così si possono chiamare sono suggerite dal vento tra le foglie,da un temporale, dallo scrosciare dell'acqua. Nascondetevi e forse mi sentirete prima o poi. Ricordo solo una volta in cui proprio non mi è interessato nulla di orecchie indiscrete,
ma ero vicino al fiume e non stavo benissimo.
Avevo bisogno che il fiume si portasse via qualcosa insieme alla mia voce.....
Però posso immaginare che un giorno qualcuno mi chiederà (di nuovo) di cantare. O forse non me lo chiederà affatto,e gli andrò dietro come un pesce nella corrente.


Nessun commento:

Posta un commento