martedì 12 marzo 2013

Onde del fiume, ossa , e stoffa gialla...

Venerdì notte,
un sogno:

C'è una donna d'acqua, una creatura del fiume che vive la nostra vita, la vita degli esseri umani.
Però sente di non essere più felice, sta diventando triste e grigia e così un giorno decide di tornare al fiume, si toglie tutti i vestiti ed entra in acqua, restando in attesa.
Dopo un pò l'acqua del fiume le porta qualcosa. 
Si tratta di uno scheletro che indossa un lungo abito giallo.
Lei lo trascina fuori dall'acqua e per un pò cammina portandosi dietro queste ossa finchè osservandole esclama: " Perchè dovrei avere paura del mio scheletro? "
Così gli toglie il vestito e lo indossa, e getta lo scheletro da parte.
La donna del fiume con indosso l'abito giallo corre sulla spiaggia, e ad un certo punto vola, 
perchè le sono spuntate due enormi ali dai colori scuri.
Mentre corre e vola sulla spiaggia, si sveglia in lei una nuova consapevolezza,
quella di una nuova vita che le cresce nel grembo.
Ma anche se sa che sarebbe facile, non vuole conoscere il sesso del nascituro, perchè, dice a sè stessa,
sarà la prossima sorpresa.


Poi mi sono svegliata ( è bello quando un sogno finisce senza essere interrotto da qualcosa, ad esempio dalla sveglia, anche se questa poco dopo è comunque suonata alle 6:00 ! ) e finalmente stasera è nata l'immagine che vedete in questo post. Scrivo per non dimenticare, benchè a volte non ce ne sia realmente bisogno. Alcuni sogni svaniscono, altri sono praticamente indelebili.

2 commenti: