domenica 27 aprile 2014

La fine di Aprile. Riflessioni.

La fine di Aprile mi ha portato un pò di libertà,
un pò di follia, un pò di consapevolezza in più.
Ho agito d'istinto facendo ciò che volevo.
Ma poi mi son guardata dentro per bene, in profondità:
ho guardato anche quello che facevo solo finta di guardare,
sbirciando solo con la coda dell'occhio.
Nel frattempo sono stata ad un evento in cui si potevano scambiare semi di piante e ho trovato i semi della Lunaria annua che cercavo da un pò, e molti altri.
Qualche notte fa, prima di fare cose avventate, ho sognato di mangiare un serpente  e forse stanotte ho sognato di nuovo l'arcobaleno, come a capodanno, ma non ne sono totalmente sicura. 
Ho creato un acchiappa-sogni, perchè per un'opera condivisa da installare allo Spazio Oberdan di Milano per l'associazione "Cuore e parole" che opera all'interno della pediatria e del Fatebenefratelli  dobbiamo sfornare cuori di tutti i tipi e tutte le dimensioni e non sapevo che fare, dato che i "cuoricini" non  mi fanno proprio impazzire!



Stamattina una falena si riparava sul mio davanzale,
e io ho camminato da sola sotto la pioggia per un pò,
lasciando che mi pulisse.
Ho respirato l'odore di terra e erba bagnata,
ho ascoltato il rumore sulla mia testa.
Ho fatto i primi passi per tornare a casa.
Veramente a casa.




E tanto per cambiare, anche durante questa passeggiata nei campi inzuppati ho trovato dei quadrifogli! Ne trovo sempre, ma in questo periodo ne trovo davvero quantità imbarazzanti.
Qualcuno mi dice "allora sei molto fortunata".
Mah, certe volte mi sembra una presa in giro!
Ma so che il senso della cosa è un altro,
e che anche quest'ultimo ha a che fare con il "non cercare" e il "non aspettare". Nel frattempo i miei libri continuano a riempirsene. 

2 commenti:

  1. In Sicilia, una decina di giorni fa, andavo in cerca di quadrifogli attorno a Milazzo, pensando a te, ma non ne ho trovati (anche se ho trovato molto altro).

    Gli acchiappasogni li spiegavo ieri al personaggio di una fiaba indiana che è rotolato nei miei luoghi.

    La piuma la sto colorando ora di viola lilla celeste (tanto è sintetica, l'ho trovata nella marmaglia urbana e l'ho raccolta) e la sto per incollare in cima a quella cosa delle bustine di tè.

    Che è quasi finita.

    Questo post è bello.

    Quanto a casa tua, sono convinta che sia anche la mia. http://www.youtube.com/watch?v=HZZANHxFIB0&list=PLlJYZGLdHkuak27ZbfHZzwVtQ5OTwyVsa&feature=share&index=2

    RispondiElimina
  2. Carissimo Pesciolino d'oro e cadmio, grazie per il video! Eh sì, è la stessa incredibile meravigliosa casa. E io in questi giorni vivo alla giornata e a volte ne ritaglio i pezzettini in piccoli scatti e poi li metto insieme, e sul fondo dei miei pensieri ci sono un eccitante filo di paura e un enorme paese sconosciuto: L' India. Ti voglio bene!!

    RispondiElimina