domenica 10 agosto 2014

Scritto con inchiostro rosso mentre lei dormiva....

Com'è dolce averti qui, sdraiata nel mio letto,
impolverata dalla strada e piena d'amore.
Bello essere sul tuo percorso, 
incrociare le storie e dirci tutte le parole che non ci siamo dette durante gli anni.
Ma anche solo guardarti riposare,
con la tua figura sottile e un lieve sorriso sulle labbra è un momento prezioso:
QUI e ORA...ormai è come un mantra nelle nostre vite.
Il luogo che cerchi di portare alla coscienza delle persone che incontri,
lo sento forte e chiaro proprio adesso, mi attraversa,
e questo fa di me la piccola creatura più fortunata del mondo,
la più riconoscente, sì sì! Proprio la più FELICE!
In questo preciso momento mi accorgo che non avresti potuto scegliere nome migliore.
Un pò mi spiace lasciarti andare stasera, ma non devo essere egoista.
Il mondo deve sapere ( che la verità e la felicità coincidono ) e tu sei un piccolo meraviglioso tramite.
Sei come un seme.
Un seme che dorme nel mio letto!






Bene. 
Ora che vi è venuto il diabete o che siete andati in iperglicemia leggendo questo post,
potete seguire il viaggio di FELICE da QUI o da QUI

Nessun commento:

Posta un commento