mercoledì 21 settembre 2016

Equinozio emozionale ( e tutto ciò che è successo nel frattempo )

L'estate sta definitivamente mollando la presa.
Siamo all' Equinozio, la temperatura è cambiata,iniziano a cambiare i colori, e pure io mi sento nel bel mezzo di un bel cambio di pelle, il chè è leggermente sconvolgente, sicuramente esaltante e un pò delirante.
A quasi 32 anni suonati,mi trovo alle prese con una "prima volta" che coinvolge me e altre persone, e perfino la mia percezione della realtà ne esce un pò alterata, ad esempio: la piccola Cremona borghesotta e provinciale in cui sono nata,improvvisamente mi sembra tutta nuova e interessante, e la casa in cui vivo con i miei da ormai 20 anni mi sembra un buco, anche se effettivamente non lo è affatto.
Mentre tutto ciò iniziava a fermentare e prendere forma (la follia è solo agli inizi.....) sono successe un pò di cosette, che vale la pena condividere.
1) I miei genitori sono tornati dalla Calabria portandosi dietro dolcetti di pasta di mandorle, conchiglie dello Jonio, pochissima gazzosa al caffè ed un segreto,rendendo incasinata una casa che era stata ragionevolmente ordinata per tutta l'estate.
2) Il brucaliffo e le sue trasformazioni


3 settimane fa andavo in bici al mercato e pedalando chi incontro? Un grosso bruco di sfinge del convolvolo (Agrius Convolvuli)  intento ad attraversare una strada trafficata con una flemma piuttosto suicida. Decido allora di adottarlo per evitare che diventi poltiglia e di seguirne la trasformazione. Brucaliffo non ha perso tempo, non ha degnato di un sguardo le foglie di convolvolo che avevo raccolto come cibo e appena gli ho fornito uno strato di terra alto abbastanza, si è subito sepolto per iniziare a trasformarsi in crisalide. Per una lunghissima settimana il vaso di vetro è rimasto immobile e misterioso, celando del tutto il processo al suo interno. Trascorso questo tempo, con una certa trepidazione sono andata a smuovere la terra e ho scoperto la bellissima crisalide, che se disturbata muove gli ultimi segmenti del corpo. Da allora la tengo in casa in un contenitore adatto ( tanto il riscaldamento ancora non è acceso ) e ogni mattina controllo se ci sono cambiamenti. Quando la farfalla nascerà, mi troverò davanti una delle falene più grandi che abbiamo in Italia, capace addirittura di migrare fino in Africa! 



3) Il palio di Isola Dovarese 9-10- 11 Settembre
Spettacolare come sempre, quest'anno ha festeggiato ben 50 anni, e festa nella festa è stato vinto dalla mia contrada d'adozione: Porta tenca!



















4) il 17 ho partecipato alla "notte dei fuochi", un mercatino notturno nel borgo di Castelponzone, che per quanto ha piovuto avrebbe dovuto chiamarsi "la notte del diluvio", ma che nonostante questo è stato carino e divertente, nonchè una buona occasione per perfezionare il mio banchetto. Fortunatamente i caratteristici portici sono stati un ottimo riparo!



5) Tre giorni fa era il compleanno del Corvo, che ho festeggiato a distanza durante un'insonne notte di luna pienissima, facendo questo disegnino con gli acquerelli, che un giorno sono sicura, gli porterò di persona.



Sì insomma questo è uno di quei mega-post riassuntivi che mi capitano quando faccio tante cose ma sono troppo esaltata per fermarmi a scrivere, o anche solo per mettere in ordine i pensieri. Anche la mia agendina cartacea ne risente abbastanza. Ma insomma, mi sento un pò come brucaliffo. L'unica cosa certa è il cambiamento, e questo autunno si prospetta meravigliosamente eccitante!


Nessun commento:

Posta un commento