giovedì 23 maggio 2013

Frullato di volpe

Sono come dentro un frullatore.
Ieri ho dimenticato il mio zaino sul treno, e non c'è stato modo di recuperarlo.
Sono andati persi i miei appunti di neuropsichiatria infantile, un libro, delle dispense, 
il mio materiale per scrivere....oltre naturalmente allo zaino stesso.
Amarezza a palate. C'erano comunque cose a cui tenevo lì dentro. 
Vivo sul treno, ho sempre mille cose da portarmi dietro e sono stanca morta.
Ecco il risultato.
...E domani. Domani inizia lo spostamento.
Sabato 25 in Liguria, sotto al castello di San Terenzo, ci sarà il famoso Mandala di sale, che ormai è un evento caratteristico del mio biennio specialistico.
Io per scaramanzia non vi dico nulla ( qualcuno già sa e magari ride sotto ai baffi, perchè l'anno scorso si sentiva esattamente come me.. ) sperando di riuscire a fare una bellissima esperienza e delle bellissime foto.
Sperando che le nuvole temporalesche si facciano un esame di coscienza, e che il colore possa avere la meglio. Ad ogni modo sarà bello rivedere il mare.


Oggi per tirarmi un pò su il morale ho iniziato a fare un lavoretto....e poi l' ho steso al sole.
Per fortuna poi son riuscita ritirare il tutto prima che scoppiasse l'ennesimo temporale.
Beh  vado. Mi butto nell'avventura, mettendo in borsa un impermeabile e incrociando le dita sporche di acrilico! 

Nessun commento:

Posta un commento