lunedì 13 maggio 2013

Papaveri, Salvia, e arcobaleno


Le piccole cose continuano a splendere,
il tempo è folle, ma la cosa ovviamente mi piace, dato che in meno di 10 minuti 
questo fine settimana ha temporaleggiato, grandinato, 
e dato che diluviava con il sole c'è stato perfino un arcobaleno!


I papaveri sono più rossi che mai,
 quest'anno mi sembrano pure di più....sarà la pioggia?
Sarò io?  Beh, ad ogni modo se a fine giornata
 attraverso in bici la mia città per tornare a casa
e le mie mani e le mie braccia sono sporche di colore,
vuol dire che in fondo va tutto bene! 




Ps: Piccola nota botanica
- Alcuni parenti in trasferta dalle mie parti oltre a degli spettacolari dolcetti alle mandorle,han portato la notizia che il nostro vecchio paesino calabro, Armo, rischia di diventar famoso grazie a un tipo di salvia che si pensava estinta, ovvero la Salvia Ceratopylloides, per gli amici Salvia Incisa.
La sua storia è veramente affascinante. Fu scoperta da Arduino (botanico veronese vissuto nel 1700) nei dintorni di Reggio Calabria. Agli inizi del 1900 se ne erano perse le tracce e successivamente, per quasi un secolo, numerosi botanici avevano invano cercato di rintracciarla nelle località storiche di rinvenimento. 
Ma di recente, dalle parti di Armo, nelle zone impervie che li hanno preservati,
 sono stati censiti in tutto 50 individui.  La raccolta di semi ha consentito di riprodurla presso l’Orto Botanico “Pietro Castelli” di Messina, dove fiorisce rigogliosa. 
Considerata la sua rarità,dovrebbe essere protetta in quanto specie ad elevato rischio di estinzione.

Nessun commento:

Posta un commento