giovedì 18 settembre 2014

Onnea, Korppi!


La mia ultima notte ad Armo è fresca,
la volpe strilla nella fiumara come per salutarmi,
e tutto è pronto per la partenza.
I miei vestiti sono già piegati dentro la valigia,
con essi un pò di questa estate lunga, solitaria e riposante.
Oggi è già il tuo compleanno,
e ho acceso una piccola luce
sperando che ti possa scaldare,
che tu possa sentire la forza del mio affetto e rimetterti presto in forze.
Le tue ali nere nere hanno protetto il mio cuore,
ma ogni tanto posso ricambiare.
D'altronde mi hai insegnato tu, 
che la distanza può essere solo un ricordo del corpo, no?


Nessun commento:

Posta un commento