giovedì 7 luglio 2016

Tra 54 giorni è Settembre!

Questa notizia mi riempe disperanza, visto che l'estate italiana non la sopporto granchè.
Ma 54 giorni non sono poi una quantità impossibile,e inoltre sento una grande voglia di spezzare spirali, di cambiare e di evolvere anche se comporta i giusti sacrifici e crea un pò si scossette sismiche 
( di assestamento ) qua e là.
Per questo non farò la valigia e mi godrò due mesi e passa di semi-solitudine altamente selezionata.
Per questo  caccio via  i sensi di colpa inutili ringhinado consapevolezza, e sto cercando di essere onesta il più possibile con la vera me stessa, quella nascosta sotto i condizionamenti.
Per questo, alla fine cerco il dialogo ma rimango irremovibile, e per questo non ho paura di mettere il muso fuori dalla tana, che forse è confortevole ma ormai va allargata perchè ci sto appena. 
Sono o non sono una volpe? A volte serve scavare. 
Sarà un'estate diversa, ma il suo sapore già mi piace.



 Per celebrare questo momento, mi sono regalata un'orchidea phalaenopsis dagli splendidi colori, che per la felicità dell'incontro mi ha già mostrato lo spettacolo del dischiudersi di un bocciolo.

Nessun commento:

Posta un commento