venerdì 13 agosto 2010

Colei-che-sa




C'è una vecchissima donna-spirito nelle mie notti Joniche,
e quest'immagine viene da lei.
Ha moltissimi nomi, ed è in tutte le donne.
A volte è sepolta, dormiente, a volte sveglia e viva,
I suoi occhi sono velati e bianchi, ma può vedere lontano.
Mantiene le donne in buona salute, attente e sensibili.
E ' il nostro profondo intuito e istinto.
Qui tutto è arido, ma poco più in su iniziano le montagne e la foresta,
dove vivono alcuni degli ultimi lupi.
A volte di notte se si fa davvero molta attenzione si posso sentire.
Presto spero di riuscire ad andare in montagna, dove il bosco è fitto e ripido,
e gli scoiattoli sono neri come la pece.
Cammino molto da sola,raggiungo i luoghi dove vivono vecchie zie
e altre donne della mia sterminata famiglia di pazzi.
Signore dagli occhi stretti e mille rughe,che tra
un caffè,un dolcetto,od un bicchiere di latte di mandorla,
mi restituiscono tesori:
Sono piccole storie, preghiere e canti.
A volte, le loro storie si intrecciano e ti circondano,
e la mia testa è leggera come una nuvola, quando esco dalle loro case.
Lascio sempre il caffè e lo zucchero, perché così vuole la tradizione
e non scrivo nulla di ciò che viene detto, perché è quasi proibito.
Mente e cuore devono ricordare e conservare.
Molto spesso, queste donne sagge mi aspettano ....
anche se non avevo detto loro nulla prima!
Lei, la vecchia donna-spirito,è all'interno di tutte le loro parole e nei loro occhi,
nei gesti,nei sorrisi, e nelle ossa storte.






2 commenti:

  1. dolcezza..notti strane, difficili da dormire dal loro splendore..svegliarsi, volersi svegliare da sonni lontani..

    un abbraccio
    jenny

    RispondiElimina
  2. Jenny,uccellino.
    Che bellezza sentirti cinguettare anche qui! :)
    Domani vengo a Osnago e ci divertiamo. Ho delle cose da farti vedere....

    RispondiElimina