giovedì 2 febbraio 2012

Neve e storie

Giorni di sporadici fiocchi bianchi e ghiaccio,
di fuoco acceso e letture...
Ieri aprofittando della neve, ho fatto un giro nella zona dove so che abita la volpe,
e così ho trovato le sue piccole impronte ordinate,una tana che non avevo mai visto,
ed un'entrata nuova ad una tana che invece conoscevo già.


La sera leggo davanti al fuoco,
e così insieme a Mary Lennox mi sto inoltrando nel giardino segreto.
Ho trovato da poco questo meraviglioso classico di Frances Hodgson Burnett in libreria, non l'avevo mai letto...ma ne conoscevo la versione cinematografica di Agnieszka Holland del '93.



E nonostante Frances Burnett venga prevalentemente ricordata per Il piccolo Lord
(Little Lord Fontleroy), si può affermare che la sua opera più completa, più bella e più significativa sia proprio Il giardino segreto: un libro che consiste nella miscela di buoni sentimenti, soprannaturale, speranza, amicizia, e ricco inoltre di simbologie legate alla natura. Inoltre anche lo splendido scenario naturale, ossia la brughiera inglese e il verdeggiante e rassicurante giardino, contribuisce a fare di questo libro
un capolavoro della letteratura per ragazzi.
Dickon, il fratellino gentile e selvatico di Martha la cameriera, che parla agli animali e sa tutto di fiori è il mio personaggio preferito!


Nessun commento:

Posta un commento