giovedì 19 luglio 2012

Di spedizioni postali, preparativi di viaggio e nuova vita....

Quando si dice "una nuvola non viene mai sola" la frase può anche avere un' accezzione positiva.
Di solito non è così. Ma io con la parola "solito" ho poco di cui spartire.
E quindi vi racconto questa giornata piena di piccole e grandi nuvole che hanno dipinto un cielo fantastico nella mia testolina: 
Prima di tutto sappiate che il sottofondo della giornata è stato (ed è tuttora)  il caos pre-partenza.
Perchè se ancora non lo sapete la mia famiglia è come una famiglia di zingareschi rondoni. 
Appena c'è l'avvisaglia di qualche festa comandata, o quando Agosto si avvicina troppo alla pianura, noi carichiamo il vecchio camper ( con dentro di tutto e di più compresi cani,gatti, piante carnivore e il mio tamburo ) e facciamo rotta verso Sud. Verso il mare, verso la famiglia, verso le radici.
Compio questo esodo da che ho memoria. Un pò lo amo e un pò lo odio. 
Quindi queste ultime giornate sono dominate dai preparativi di tutti i tipi, materiali e non.
Tra i miei preparativi in questione c'era la faccenda pacco: 
Perchè ogni tanto, senza una scadenza precisa, di solito quando ho ammucchiato abbastanza pensierini, disegni e confezioni di caffè, faccio un bel pacco con una scatola dei libri comprati on-line, la avvolgo in vecchi fogli giallini di carta per gli schizzi, poi scrivo gli indirizzi che so ormai a memoria, appiccico qualche adesivo buffo ( questa volta animaletti  strampalati)  e lo spedisco alla mia seconda famiglia lassù in Finlandia. E in circa due settimane Irene o il Corvo se lo ritrovano davanti alla porta della loro casa rossa con la foresta intorno. 
Rimane un mistero che la "signora dei pacchi" non ha saputo svelarmi stamattina, il perchè il processo contrario ( ossia dalla Finlandia verso l'Italia ) richiede un sacco di tempo in più! L'ultima volta mi è venuta l'ansia da postino e quando finalmente il pacco è arrivato, l'omino delle consegne ha fatto un balzo indietro cercando di suonare il campanello, perchè io ero già volpescamente in silenzio sulla soglia ad aspettarlo! 
E così oggi uno dei miei pacchi è partito all' avventura. Mi piacerebbe avergli messo una piccola-telecamera, come fanno certi proprietari di gatti fantasiosi, per poi scoprire che il loro felino dorme tutto il giorno su un armadio, producendo il documentario più noioso del mondo. 
Ho adeguatamente nascosto una runa buona per i lunghi viaggi in una piega invisibile della carta che ricopre la scatola, e spero che aiuti tutte le mie cose ( cose semplici ma significative, che so verranno comprese ) ad arrivare a destinazione e ad arrivare intatte.


Poi più tardi, litigando furiosamente con una connessione internet ballerina ( ma che messa in confronto ai brandelli di collegamento che avrò in Calabria, sperduta tra i canyon dell'aspromonte -dove se stai attento vedi ancora i satiri saltare- è stabile come una fortezza ) sono finalmente riuscita a venire a capo della mia (pre)iscrizione al corso biennale di Terapeutica Artistica a cui tengo tanto. Un altro piccolo passo.
 Il colloquio per essere ammessi sarà l' 8 Ottobre e io so di avere buone carte da giocare, 
nonchè un amore ricambiato per l'autunno. 


E poi la nuvola più bella....leggermente pre-annunciata, dato che in questi giorni ( anzi in queste notti ) le mie orecchie di canide errante sono particolarmente sensibili.
Infatti ieri notte sono andata a letto, e come faccio sempre ho pensato alle persone che amo di più.
In particolare a tre di queste persone. Una la mia Madrina, una la mia cuginetta in arrivo nel suo grembo, e la terza una Zia speciale, simile ad un angelo. Pensavo a loro tre e a mia madre, a quanto amore e a quanta attesa per questa nuova vita, e a quanta felicità luminosa avrebbe creato intorno a sè. Così qualche lacrima ha bagnato il mio cuscino e un senso di espansione, difficile da spiegare, si è creato nel mio petto prima che mi addormentassi. E poi oggi la notizia..... alle 2:00 è nata Matilde, leggermente in anticipo come si conviene ad una ragazza sveglia, sballando le aspettative astrologiche come feci pure io. 
I segni d'acqua sognatori vincono 2 a 0 contro i segni di fuoco. 
Li abbiamo fregati un'altra volta!!! ;) 
Qui abbiamo festeggiato con un caffè non previsto reso particolarmente buono dalla notizia,
 e io non posso che postare quest'illustrazione bellissima del meraviglioso Erlé Ferronnière,
 amico delle fate. 


2 commenti:

  1. Bacino da Mati e ancora GRAZIE per il biglietto di benvenuto con l'immagine di Ferronnière e la dolcissima poesia degli angeli.
    Madrix

    RispondiElimina
  2. :) Sono tornata in Calabria! Mi sa che ci vediamo presto! Grazie a te per le mail, con il telefono nuovo le posso vedere ovunque! ;) Un bacione!!!

    RispondiElimina