lunedì 16 novembre 2009

Il mercatino di Fontanellato e una poesia


Oggi ho guidato la mia nuova macchinina azzurra fino a Fontanellato e con l'orso negli inconsueti panni del passeggero e i Korpiklaani nell'autoradio,sono arrivata al mercatino della terza domenica del mese.
Uno dei miei mercatini dell'antiquariato preferiti,un posto perfetto per fare qualche foto e per sbirciare le facce della gente intenta a cercare e osservare oggetti curiosi,antichi o anche solo vecchi. La rocca e i
l suo fossato pieno di carpe giganti sono una cornice perfetta,e l'atmosfera che si respira mi piace proprio!





Ieri e stasera le parole del corvo sono state quasi illuminanti,tra le altre cose il mio amico dice che io posso usare le immagini come lui usa le parole. Così io disegno mentre lui scrive delle poesie lunghe e bellissime che mi diverto a tradurre di tanto in tanto.
C'è nè una non tanto lunga che parla del corvo,il suo animale,e che fa più o meno così:


" Uccello nero, uccello spirito,vola con ali nere.
Nel buio aumenta la luce,
le ombre si spostano al suo passaggio.

Girando e curvando,cerca la sua gente.

Uccello nero,uccello spirito,
bussa col becco alla finestra...
Invita a partecipare al cielo azzurro,
a varcare la grande frontiera della foresta.

Uccello nero,uccello spirito, custodisce grandi segreti."







2 commenti:

  1. Sono stata a Fontanellato parecchi anni fa...ero piccina ma ricordo ancora la magia di quel posto. Grazie per avermelo fatto ricordare...sicuramente ci tornerò presto!

    RispondiElimina
  2. Anche io ci sono stata da piccola la prima volta,perchè da queste parti,alle elementari la visita alla rocca con la sua "stanza ottica" è un classico! :)

    RispondiElimina