venerdì 5 ottobre 2012

Parole perfette...

Talvolta le parole perfette si nascondono nella musica,
perchè da sempre gli esseri umani affidano alla musica i loro sentimenti.

" ..Non ci legano più notti insonni 
Solo sentimenti spenti 
La strada s’è mangiata gli anni 
E gli anni hanno mangiato il cuore 
Solo restano 
i tuoi baci 
Sulle labbra d’altri come braci.. "

Care vecchie cicatrici, vi ho ignorato un pò troppo. 
Ma che altro dovrei aggiungere? 
Adesso però vi chiuderete del tutto.
 Mi rimarrà un bel segno bianco 
per ricordare, per imparare. Lo spero. 
E nel frattempo respiro fantasticando aria di taverna o di strada: 
Fumo in spirali e un odore pesante
 un pò salmastro e un pò alcolico.
E tutta la gente che è lì, che magari nemmeno mi conosce, 
si prende un pò del mio dolore senza chiederlo
 e tutti insieme lo si trasforma in musica.
Ed è come essere tutti insieme e da soli contemporaneamente. 
Sono solo io? O è tutto il dolore del mondo? 
Non lo so, si fà fatica a distinguerli....
.... però ah! Che male! e che sollievo! 

Ed ora è tempo di buttarsi a testa bassa nel fine-settimana impegnativo.
E Milano con la stazione centrale, con la gente che corre, con i corridoi oscuri dell' Accademia e il leone triste - quello di gesso "copia dell'originale romano" - che di notte ( e solo di notte!) se ne va in giro col passo pesante, Milano amore e odio, è sullo sfondo che aspetta. 
Credo che non girerò mai più da quelle parti senza almeno un quadrifoglio infilato in qualche libro. 
NON SI SA MAI.....

Nessun commento:

Posta un commento