martedì 30 ottobre 2012

Idee colorate


Ormai il freddo è arrivato.
Il camino è acceso già al mattino, e il cappotto pesante è sceso dalla soffitta. Intanto io mi preparo ad iniziare il biennio
 ( Lunedì 5 si parte con "Tecniche espressive integrate" nella fattispecie Pittura ) sarò impegnata da Lunedì a Venerdì , ma almeno fino a Dicembre non dovrei avere orari troppo mostruosi. 
Sono molto curiosa. Ci è stato consigliato di "cancellare" il "modus operandi" del triennio, 
e per me è solo un bene. Ad ogni modo non sto pensando solo a Terapeutica Artistica
 ( ultimamente forse sono un pò monotematica? Noooo...) 
Sto pensando anche alla rievocazione. Si dà il caso che noi donne del gruppo, stufe di girarci i pollici per la stragrande maggioranza del tempo mentre gli uomini si prendono a spadate, abbiamo deciso di fare un "gruppo nel gruppo" tutto al femminile, con nostre attività che possono animare un pò il campo storico anche come didattica. 
Il da farsi non manca: tessitura, ed erboristeria ad esempio, oltre ad altre svariate attività artigianali. 
A me in particolare sta a cuore sperimentare e portare avanti un discorso legato alla tintura naturale della lana. Un'attività in cui si uniscono due temi che da sempre mi appassionano: studio del colore e erboristeria.
Vorrei preparare una serie di tavole illustrate su legno da esporre insieme alla lana colorata, con il disegno botanico - ovviamente in stile un pò medievale- delle piante tintorie (ad esempio Robbia, Reseda, Guado ecc...) su cui riportare anche due righe informative. 
Ho già individuato qualche sito che può essere utile come QUESTO  molto bello,
 e so che a Brera, presso l'orto botanico c'è anche uno spazio dedicato proprio alle tintorie. 
Andrò a dare un'occhiata e magari chiedere informazioni maggiori su queste piante, 
anche perchè come già sapete mi capita di spostarmi per lunghi periodi di tempo, e ho paura di non poterle coltivare. 

venerdì 26 ottobre 2012

I Korpiklaani all' Estragon di Bologna


24 0ttobre 2012




Che serata! Il primo concerto dei Korpiklaani per Stefano,
 ed almeno il terzo per me!



Alla volpe è quasi scesa la lacrimuccia 
quando hanno fatto queste due: 

 Perchè qui ci sono le parole del Corvo....


...e qui c'è una tematica che ho imparato a conoscere bene e che mi è carissima. Ogni "guaritore" dovrebbe ricordarsene.
 Se siete curiosi, sfogliate il Kalevala e cercate il 45° Runo. Incontrerete una tenera fanciulla dalle mani indurite.

39


Varcate con me la porta dell'aula 39....
Potreste trovarvi con i piedi poco distanti da una grandissima opera colorata,
composta da tante striscioline di feltro cucite tra di loro, in spirali, fiori, cuori, ma anche disegni astratti.



Si tratta del frutto di 2 anni di tirocinio presso una struttura per malattie della gravidanza.
 Qui dentro ci sono persone (ogni pezzettino, anche minuscolo, è opera di una donna) mani, parole, pensieri, angosce, speranze....e alla fine il colore di tutti e di ognuno che rimarranno all'interno della struttura e continueranno a comunicare e ad "emanare" in quel luogo. 
Iniziare con una presentazione del genere è tutto un programma! 
Poi potete sempre andare all' orto botanico, per osservare le dalie, annusare tutte le salvie, e raccogliere le foglie colorate d'autunno...



martedì 23 ottobre 2012

Nuovi percorsi e passeggiate autunnali!

La notte prima di andare a sentire
 per la volta i miei nuovi prof, 
ho sognato di assistere ad una nascita.
Era un sogno dalle immagini nitide
 pieno di gioia ed emozione,
 perfettamente in linea con quello che mi sta succedendo.
Nuovi progetti dall'animo altrettanto nuovo, 
sopratutto per quanto riguarda la mia predisposizione e quella delle persone che mi guideranno.
La mattina presto, per non dimenticarmelo ho fatto questo piccolo schizzo sul mio quaderno per gli appunti:

La docente di indirizzo è una persona grintosa, artista-terapista da 20 anni.
Una che di certo non le manda a dire, molto diretta e molto motivata. Spero da imparare tanto da lei.
Durante la presentazione del corso ci ha fatto ridere parecchio con il suo modo di fare, 
ma anche capire che lavoreremo parecchio e in modo serio.
Quest'anno inizieremo a lavorare prima di tutto su di noi, con un autoritratto.
Ma non di tipo accademico, con la nostra faccia. 
Di tipo "emozionale" conversando anche con le nostre ombre, che troppo spesso vengono messe da parte.
A me vengono in mente tutti i discorsi del Corvo sulla visione distorta della realtà e delle altre persone.
E tutti i suoi discorsi sul narcisismo moderno. 
Staremo a vedere.....

Ma adesso venite con me a passeggiare in Brianza, 
alla fine di una bella giornata autunnale.
Sono a casa di Ste e domani....ci sono i Korpiklaani da andare a sentire e salutare!

domenica 21 ottobre 2012

"Presentazioni"

Da Domani iniziano le presentazioni
 dei corsi di Terapeutica artistica, 
e il 5 cominceranno le lezioni.
 Volpe è pronta (o almeno crede) :
 affamata e curiosa quanto basta.
Probabilmente molte giornate di Novembre 
passeranno più o meno così:


...Ma non saranno più letture puramente "ricreative" !

mercoledì 17 ottobre 2012

La voce del Corvo

Da oggi su Facebook c'è una nuova pagina, 
in cui trovare buone parole e spunti di riflessione.
 In mezzo alla marea di cose che ci vengono propinate tramite questo social network, 
stavolta si tratta di qualcosa che per me è davvero molto importante! ♥
Io aiuterò il Corvo a tradurre i suoi pensieri anche in italiano, oltre che in inglese.
Prima, in silenzio e per i fatti miei,raccoglievo già e traducevo le sue perle di saggezza corvina,
per infilarle tutte  in una vecchia agenda dalla copertina di cuoio e custodirle. 
Date pure un'occhiata QUI....siamo solo agli inizi.
Ovviamente anche questo è stato aggiunto alla mia lista dei link.

martedì 16 ottobre 2012

Volpiversario + 500.px.com

Ridendo e scherzando ( e viaggiando!) oggi son già due anni che la Volpe e il Gatto stanno allegramente insieme. Sono proprio volati! Anche se quest'anno non abbiamo la fortuna (come l'anno scorso) di passare questo giorno insieme,speriamo ce ne siano molti altri! 
Ed ecco un bacio medievale: 


E invece per quanto riguarda le mie foto,ecco che sull'onda della scoperta,
sbarco anche io su "500px.com" con le  MIE FOTO!
Ho piazzato il link, pure nella colonna apposita del blog.
Mah! Devo dire che lo trovo mooolto più veloce e perfino più carino di Flickr!  


lunedì 15 ottobre 2012

Nebbia e Cossus cossus



La nebbia è tornata nei campi.

Come un velo che paradossalmente permette di vedere meglio.
Bianca e lattiginosa come gli occhi vecchi.
E sotto al vecchio pioppo ( che potete vedere nella foto con Ste) 
non ci sono più i funghi (Aha!) ma la sua corteccia ha preso a sanguinare.
Un liquido rosso, trasparente e leggero, che non appiccica,
 e ha un odore simile a quello dei malli di noce quando sono ancora verdi. 
Probabilmente è dovuto a qualche parassita del legno
 ( Rodilegno rosso? ) 
ma la cosa suona come un messaggio,o come una delle lezioni di questo vecchio albero,
che ultimamente mi fa riflettere parecchio. 


venerdì 12 ottobre 2012

" Fotografia dell' anima " Una volpe sul podio.


Vi ricordate il laboratorio fotografico a cui avevo partecipato quest'estate? Quello svolto durante il festival "Le corde dell'Anima" qui a Cremona? 
Beh....ieri è arrivata la notizia che una delle mie foto, è riuscita ad arrivare tra le prime tre classificate. 
Trovo la cosa abbastanza soddisfacente in quanto eravamo numerosi, e sicuramente la giuria avrà dovuto scegliere tra tantissime foto,anche perchè c'erano almeno 4 tematiche da scegliere e sviluppare,volendo pure tutte insieme. Mah. Per ora ci ho guadagnato giusto il mio nome che va un pò a zonzo e la mia foto in una mostra ( per adesso la potete vedere su internet, sulla pagina facebook del festival e presto pure sul sito) insieme alle altre, ma io per non farvi restare lì troppo incuriositi ve le posto qui tutte e tre:

1° Matteo Razzano

2° Danio Belloni

3° Paola Zema

Sono l'unica ragazza e pure l'unica a colori!
Ovviamente mi ero lasciata attrarre come una gazza ladra da tutti quei riflessi da pianoforte lucido,e dai libri.
Poi il colore ha fatto il resto. Ne avevo proposta pure una simile in bianco e nero:


Entrambe mi sembravano azzeccate perchè riassumevano lo spirito del festival in questione,
ovvero l'unione di musica e letteratura. 

giovedì 11 ottobre 2012

Merle con le perle

Qualche tempo fa, avevo raccontato a Irene 
la storia dei giorni della merla.
Così quest'inverno, mentre eravamo entrambe da sole 
nella calda atmosfera di Susikas,
occupate ad aspettare,mangiare frutta secca e bere the, 
lei giocando con parole italiane 
e notando l'assonanza di "Perle" e "Merle"
 ha inventato una specie di piccola storia....
....che mi è stata mandata insieme al francobollo con il merlo 
( Mustarastas ) come augurio per l'inizio del nuovo corso di studi.

Eccola nel suo italiano che fa tenerezza:

"Un merla bianca 
con una collana di perle nero 
volare e entrata nel camino,
 quando e uschita andare via 
e diventata una merla nera
 con una collana di perle biance."

mercoledì 10 ottobre 2012

Ottobre è il mese delle cose belle!


Per questa ho già pronta la gonnellona, millemila braccialetti rigidi, un gilet strambo, un fazzoletto da mettere in testa e ovviamente, tutta quella roba rumorosa e spenzolante che ogni brava danzatrice del ventre dovrebbe sempre custodire nel suo armadio con cura.
Guardate che location: 

Non mancherò di fare millemila foto. Ovvio.

...E poi ci sono loro. 
Vecchi amici. 

martedì 9 ottobre 2012

Teraputica Artistica. Un nuovo inizio...

Lunedì. Test di ingresso.
Con una certa carenza di sonno sopra il treno,
con una giornata nuvolosa, con....
E poi l'accademia. I suoi corridoi familiari,antichi e senza luce.
L'aula 39 è una novità. 
Un ambiente grande, pieno di oggetti colorati.
C'è anche una statua di Zeus e questo è stato abbastanza incoraggiante per me.



Ho trovato un'amica che non pensavo di trovare e ne ho conosciute di nuove.
Se non sbaglio, ho visto solo un maschio. Ah!ah! 
I professori sembrano persone in gamba e non sono troppo formali il chè non guasta mai.
Così ho aspettato l'ordine alfabetico...e come ogni volta in questi casi, ho desiderato un cognome meno originale.
Ma alla fine è andato tutto bene, e la commissione ha trovato interessanti la mia tesi e le mie foto. Prima di tornare a casa sono riuscita a prendere i biglietti per il concerto dei Korpiklaani e oggi ho saputo di essere passata.Così potrò finalmente iniziare!



C'è da dire che le rate sono più care di quelle del triennio e questo comporterà qualche sacrificio.
Meno viaggi, e meno cibo cinese, ad esempio. 
( Il mio fegato esulta, l'antipatico!) 
Posso giusto godermi questo concerto perchè ormai i biglietti sono nelle mie grinfie, e poi sperare che nel frattempo la Finlandia non se ne vada alla deriva. Ho lasciato lì diversi pezzi del mio cuore a segnarmi il ritorno, proprio come i sassolini di pollicino. 

6/ 7 Ottobre: Tempere & Medioevo

Sabato è stato sia colore che ombra.
Una partecipazione un pò scarsa per tanti motivi, tra cui il boicottaggio dell'oratorio nei confronti di una manifestazione del comune. Guardacaso le "feste" dell'oratorio coincidono sempre con le nostre. Non ci sono parole. 
Ma i bambini comunque numerosi, hanno portato allegria e colore, e potete immginare come stavo bene io lì in mezzo! I murales nel sottopassaggio della stazione sono stati realizzati, i Cantiniero hanno suonato, e sopratutto l'impegno evidente di Ste è stato riconosciuto. Quel poco che c'era era farina del suo sacco e del suo sbattimento fisico e psicologico. A me basta per essere orgogliosa.


E poi Domenica....
La rocca di Soncino è sempre magica.
Oramai conosco tutte le stanze, le torri e perfino i passaggi segreti.
Ho ritrovato amici anche lontani, vecchi e nuovi.
mi sono sdraiata sul prato e ....ho fatto pure qualcosa che era necessario.
Ero un pò preoccupata a riguardo, ma la reazione è stata di silenzio ( per una volta!!)
 e credo che  sia stato efficace.
Mi piace dire le cose guardando negli occhi. 
Senza nasconderle e senza dirle ad altri, sperando che le facciano al posto mio.
Subito dopo ero sollevata ma pensierosa 
e camminavo senza curarmi della destinazione.
Ad un certo punto ho visto la ruota del mulino e ho sentito la voce dell'acqua.
Così mi sono arrampicata sul muro per riuscire a toccarla.
L'acqua che corre mi ha sempre aiutato, è come un balsamo, 
ed è stato bello trovarla proprio al momento giusto.
La rievocazione è stata divertente. C'è stata anche un' allegra "cospirazione femminile" perchè noi dame abbiamo organizzato di nascosto il nostro rapimento da parte degli avversari...e i nostri uomini hanno dovuto combattere per noi! E alla fine, il nostro gruppo è riuscito a conquistare la rocca!



lunedì 8 ottobre 2012

Non sono per me....

Questo fine settimana e questo Lunedì quasi finito sono stati sfiancanti, belli e utili.
Però non ho le forze di scrivere per bene tutto quello che vorrei scrivere, e poi devo organizzarmelo un pò meglio nella testa, perchè ora lì dentro sembra carnevale.
Però intanto ho da raccontare un episodio piccolino e luminoso.
Metro verde presa a Centrale in direzione di Cascina Gobba. Io come al solito osservo la gente. 
Guardo le scarpe ( le scarpe parlano più della bocca ), guardo i gesti, e guardo che riflesso è rimasto impigliato negli occhi. Ad un certo punto sale un signore anziano con la barba corta e bianca, una sacca da ginnastica e occhiali dalle lenti un pò giallo-limone, pulitissimo quanto triste. Le lenti un pò gialle limone non lo nascondevano granchè e neppure il fazzoletto che aveva in mano. 
Io frugo in un libro che ho in borsa ( "Mitologia degli alberi" ) e dopo una breve ricerca ne cavo fuori uno dei miei quadrifogli secchi e piatti. Mi alzo silenziosamente e silenziosamente glielo metto su un ginocchio ossuto rivestito di velluto marrone a coste, e poi mi risiedo al mio posto. Lui si osserva un secondo il ginocchio e poi  sorride. Scuote la testa,si soffia il naso, conta le foglie e sorride di nuovo. Mi guarda come per dire " e adesso?" e io faccio un gesto vago con la mano, che nella lingua universale dei gesti vaghi significa " Prego! A me non serve mica! "  nel frattempo la signora seduta vicino a lui si sporge per contare anche lei le foglie che sì! Accidenti! Sono proprio quattro!!! Dopodichè tira fuori il portafoglio, prende il biglietto della metro e dopo averlo piegato in due ci mette in mezzo il quadrifoglio per poi rimettere il tutto in tasca, sempre sorridendo e scuotendo la testa, incredulo. 
Quel sorriso spuntato sulle labbra sottili e dietro le lenti un pò gialle limone, era come un arcobaleno alla fine di un temporale. Alla domanda di rito " Ma come fa a trovarli??" io rispondo sempre la stessa cosa: " Li trovo proprio perchè non sono per me!" Quelli della foto erano 5. Ma uno è stato regalato quasi subito, ed in cambio ( senza chiedere nulla, ovviamente) mi è stato donato....del filo! 

venerdì 5 ottobre 2012

Parole perfette...

Talvolta le parole perfette si nascondono nella musica,
perchè da sempre gli esseri umani affidano alla musica i loro sentimenti.

" ..Non ci legano più notti insonni 
Solo sentimenti spenti 
La strada s’è mangiata gli anni 
E gli anni hanno mangiato il cuore 
Solo restano 
i tuoi baci 
Sulle labbra d’altri come braci.. "

Care vecchie cicatrici, vi ho ignorato un pò troppo. 
Ma che altro dovrei aggiungere? 
Adesso però vi chiuderete del tutto.
 Mi rimarrà un bel segno bianco 
per ricordare, per imparare. Lo spero. 
E nel frattempo respiro fantasticando aria di taverna o di strada: 
Fumo in spirali e un odore pesante
 un pò salmastro e un pò alcolico.
E tutta la gente che è lì, che magari nemmeno mi conosce, 
si prende un pò del mio dolore senza chiederlo
 e tutti insieme lo si trasforma in musica.
Ed è come essere tutti insieme e da soli contemporaneamente. 
Sono solo io? O è tutto il dolore del mondo? 
Non lo so, si fà fatica a distinguerli....
.... però ah! Che male! e che sollievo! 

Ed ora è tempo di buttarsi a testa bassa nel fine-settimana impegnativo.
E Milano con la stazione centrale, con la gente che corre, con i corridoi oscuri dell' Accademia e il leone triste - quello di gesso "copia dell'originale romano" - che di notte ( e solo di notte!) se ne va in giro col passo pesante, Milano amore e odio, è sullo sfondo che aspetta. 
Credo che non girerò mai più da quelle parti senza almeno un quadrifoglio infilato in qualche libro. 
NON SI SA MAI.....

giovedì 4 ottobre 2012

Pitta Day & Castrum Soncini 2012 , ovvero qualcosa da vedere questo fine settimana!


Anche quest’anno il Comune di Cernusco Lombardone ha organizzato un’iniziativa che coinvolte tutta la comunità, non solo i ragazzi a cui è certamente dedicata: nel pomeriggio di sabato 6 ottobre i cittadini sono invitati a partecipare al Pitta day 2012, giornata dedicata alla pittura urbana all’interno del progetto “LECCO STREET VIEW”, con presidio dalle 14.30 presso la Stazione Fs Cernusco-Merate in Piazza Mazzini.
Alcuni giovani writer e street artist realizzeranno in diretta alcune performance pittoriche abbellendo il sottopasso di collegamento tra i binari, molto utilizzato dai passeggeri. Non mancheranno giochi per i più piccoli e musica, in serata, in Piazza della Vittoria, con i concerti di giovani band emergenti del panorama rock e pop nazionale che prevede la partecipazione, tra gli altri, del gruppo “CANTINIERO”.

QUESTO IL PROGRAMMA DETTAGLIATO del “PITTA DAY 2012”:
Dalle 14.30 STREET ART al sottopassaggio pedonale della stazione (Piazza Mazzini)
Dalle 17.30 in PIAZZA DELLA VITTORIA animazione e intrattenimento per bambini 
Dalle 19.30 musica dal vivo con CANTINIERO e MIND FORGE’D MANACLES

....Nella fattispecie i Cantiniero sono il gruppo Ska in cui suona la tromba il fratello gemello di Ste, 
e l' intrattenimento (decisamente colorato) per bimbi sarà in parte affar mio...... ;) 


E poi cambiando argomento e addirittura epoca potreste recarvi a Soncino.....
dove sarà proprio la maestosa Rocca sforzesca del borgo fortificato di Soncino ad essere il teatro principale dell’evento che si svolgerà il 6 e 7 ottobre 2012.
Un vero e proprio omaggio alla fortezza, che grazie alle sue alte mura, allo spettacolare fossato e agli angusti spazi interni, è stata scelta dai rievocatori delle Associazione Culturali "Confraternita del Dragone" e "Confraternita dell' Orso" per ricreare un assedio medievale.
Una ricostruzione storica il più fedele possibile di un assedio del XIII secolo con la vita da campo e i disperati tentativi della conquista della Rocca con assalitori e assediati che tenteranno in tutti i modi di superarsi. Una manifestazione che cercherà di unire lo studio di una particolare e suggestiva attività bellica medioevale con la spettacolarità delle scene di combattimento e della vita quotidiana in un campo militare.
Il tutto inizierà nel tardo pomeriggio di sabato 6 ottobre quando si potrà assistere ai tentativi di assedio e di difesa di circa duecento armati, che montati i loro accampamenti, inizieranno a darsi battaglia per il possesso della Rocca fino a tarda sera quando terminati i combattimenti si potrà assistere a uno spettacolo di fuochi e giocolieri con il sottofondo di musica con percussioni.
Domenica 8 ottobre l’attività militare riprenderà per vedere chi, tra assediati e assalitori, avrà la meglio. Oltre alle schermaglie dei soldati, si potranno visitare gli accampamenti dei due schieramenti per rivivere la vita quotidiana dei militari del 1200. Sarà presente anche un mercato con banchi medioevali con possibilità di degustazioni di cibo e ricette dell’Età di Mezzo. Noi ovviamente saremo lì Domenica. E dovrò lavarmi bene le mani, per non rischiare di arrivare così alla rievocazione: 

Carinissimo. Ma non molto filologico, ecco. 

C'è qualcosa su quell' argine!






Autunno in pianura.
Il torrazzo sbuca oltre il Morbasco e 
le cornacchie danzano nelle pozzanghere.
Il leprotto si nasconde nell'erba alta 
e la volpe nel pioppeto, nei pressi della sua tana.
E poi.....
sull'argine maestro all'improvviso trovi una scritta.

Ora.
Di Paole è pieno il mondo, 
ma casa mia praticamente la si vede da qui.
Se uno sta in piedi sull'argine maestro nel senso della scritta,
 e gira di qualche grado la testolina verso destra vede casa mia. 
Ma magari questa Paola è una che si ammazza di Jogging, 
se c'è il sole passa tutti i giorni sull'argine e lui lo sa.
Io non mi ammazzerei di Jogging per nulla al mondo,
questo è poco ma è sicuro.
Ma in ogni caso, caro anonimo romanticone.....
invece di imbrattarmi l'argine, 
non potevi fare una bella serenata sotto la finestra
della tua Paola, chiunque essa sia?
Bah. Non ci sono più i corteggiatori di una volta.....